venerdì 23 maggio 2008

Internet mobile in abbonamento

In un post precedente avevamo esaminato le tariffe ricaricabili a tempo per internet mobile (guarda la tabella riassuntiva su migliortariffa.it). In questo post parleremo invece di tariffe in abbonamento.

Con internet mobile si intende la possibilità di navigare da PC anche fuori casa, utilizzando le reti pubbliche offerte (ovviamente a pagamento) dai vari operatori. Il PC si connette alla Rete mediante dispositivi come la chiavetta USB internet, il modem, la internet card o anche utilizzando un cellulare con funzione di modem.

Non parliamo quindi di navigazione da cellulare (WAP) ma dal nostro solito laptop. Le tecnologie di ultima generazione (dette 3G, ovvero "di terza generazione") permettono di navigare fino a 7.2 Mbites al secondo (in condizioni ottimali), paragonabile alla velocità dell'ADSL di casa.

Il termine chiave è HSDPA (high-speed downlink protocol access), anche noto come Superinternet o SuperUTMS o con altri nomi commerciali. Laddove la rete HSDPA è attiva possiamo navigare ad alta velocità; in caso contrario, le reti di generazione precedente (UMTS, GPRS, wi-fi pubblico etc.) permettono una navigazione parecchio più lenta.

La caratteristica positiva delle tariffe ad abbonamento a tempo è che il dispositivo di connessione (chiavetta internet, card o modem) è incluso nel prezzo oppure offerto a condizioni vantaggiose. Quella negativa è il contratto vincola l'abbonamento a 24 mesi (in genere): in caso di recessione anticipata si dovranno pagare costose penali.

Solo TIM e Vodafone al momento offrono tariffe ad abbonamento a tempo. Wind non ha questo tipo di abbonamento, mentre TRE offre solo tariffe a volume.

TIM si presenta con due soluzioni: Data Kit 10 ore e Data Kit 100 ore. In entrambi i casi le tariffe comprendono una chiave USB internet oppure una internet card o modem. Con la prima si naviga per 10 ore al costo di 10 euro al mese; con la seconda, 100 ore a 20 euro al mese. In entrambi i casi, le ore eventualmente eccedenti costano 2 euro l'ora; tutte le sessioni sono di 15 minuti anticipati (il che significa che se navighiamo 20 minuti ne paghiamo comunque 30, cioè due sessioni complete).

La TIM avvisa:
"In caso di cessazione/disattivazione dell'offerta prima dei 24 mesi previsti, il traffico Internet incluso andrà perso e ti verrà addebitato il saldo delle rate residue e un corrispettivo di 250 euro se la cessazione avviene nei primi 8 mesi dall'attivazione, 167 euro dal 9° al 16° mese, 83 euro dal 17° al 24° mese. ". Ulteriori informazioni sul sito.

Anche la Vodafone ha due tariffe abbonamento a tempo. Con la Internet Facile Small si hanno 15 ore a 15 euro al mese e le ore in eccesso costano 6 euro/ora. Anche qui si ha la internet key o card inclusa e in caso di recesso anticipato (prima di 24 mesi) o di disattivazione dell'offerta è prevista una penale pari a 199 euro.

Con la Internet Facile si hanno 100 ore dal lunedì al venerdì e navigazione illimitata nel weekend, a 30 euro/mese (ridotte a 20 se si attivano le offerte voce Facile Medium o Large). Le ore in più costano 2 euro l'una. Durate e penali come per la Small. Altre info sul sito.

1 commento:

marko ha detto...

E tariffa flat? Ancora niente?!